Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

GIOACCHINO ROSSINI INCONTRA VINCENZO GALILEI

Nella riuscita “Settimana Galileiana”, organizzata in modo ottimale dalla Dirigenza del  nostro Istituto nella seconda settimana di dicembre ultimo scorso, si è ricordata la figura e l’opera del padre di Galileo Galilei, Vincenzo, compositore, teorico-musicale e liutista. Per questo, durante tutti quei giorni sono state predisposte varie iniziative culturali e didattiche che hanno coinvolto alunni, genitori, docenti, esperti scientifici, musicisti, storici, e tutta la cittadinanza.

L’opera di Vincenzo è stata oscurata da quella del figlio e quindi è poco noto che gli storici della musica lo ritengono persino l’inventore dell’opera lirica in quanto autore, sul finire del ‘500, presso la Camerata dei Bardi di Firenze, della prima opera che si può definire lirica ispirata al 33° canto dell'inferno della Divina Commedia.

Per questo motivo, il Prof. di Lettere della Secondaria Galilei, Guido Martinelli, aiutato a livello organizzativo dalla maestra Valentina Ghelardi, ha voluto inserire, nel calendario dei numerosi e qualificati eventi organizzati durante la settimana, la presentazione del libro intitolato “L’ultimo spartito di Rossini”, edizioni Piemme, nato quest’anno per ricordare i 150 anni dalla morte del grande musicista.

Questo libro è una biografia, romanzata ma storicamente fedele, della vita del grande compositore di alcune delle opere liriche più conosciute e rappresentate al mondo: Gioacchino Rossini.

Il libro è stato scritto dall’Autrice Simona Baldelli, pesarese come lui, conosciuta a livello nazionale in quanto finalista del prestigioso Premio Calvino e vincitrice del Premio John Fante, nonché autrice di altre, apprezzate opere. Basti evidenziare che il suo primo libro, “Evelina e le fate”, finalista al Calvino, è stato tradotto in lingua spagnola e lo sarà in altre. Lei è venuta molto volentieri nella nostra città poichè vi è molto legata avendoci vissuto in anni giovanili quando era attrice presso il Teatro Politeama di Cascina.

Nel libro si parla della straordinaria vita di Rossini, un monumento della storia musicale mondiale, vera rock star del suo tempo in cui fu idolatrato dal popolo e ricercato da tutti i personaggi politici europei più importanti per goderne i favori musicali. Soprannominato il “Mozart italiano” per la precocità e velocità di esecuzione, a 37 anni smise di comporre le sue opere, che come ben sappiamo sono tutt’ora rappresentate in tutto il mondo, nonostante si sia spento a 76. Il libro, che è anche un affresco storico sull’ottocento, mette in luce gli aspetti più nascosti della vita e della personalità del musicista.

L’ Autrice ha presentato il suo libro, introdotta sempre dal Prof. Guido Martinelli, in tre luoghi.

In mattinata c’è stato il primo incontro presso il Liceo Musicale “G. Carducci”, davanti ad una platea di attenti musicisti in erba, grazie alla collaborazione del Prof. di chitarra della scuola Riccardo Boccaccio.

Nel primo pomeriggio, il secondo incontro con l’illustre pesarese si è svolto presso la Scuola Primaria “L. Gereschi” dove, in un primo momento le classi quinte delle Maestre Patrizia Bartalucci e Daniela Della Queva hanno rivolto all’autrice domande pertinenti e adeguate sul libro e il suo protagonista, dimostrando maturità e partecipazione. In un momento successivo, alla presenza dei genitori, la bravissima Mezzosoprano Annamaria Guarducci ha cantato due brevi arie rossiniane riscuotendo interesse e plauso.

La terza e ultima presentazione, rivolta alla cittadinanza, è stata realizzata nel tardo pomeriggio presso la Biblioteca Sms, dove le parole dell’Autrice e del Professore sono state scandite dalla lettura dei brani del libro da parte di tre Prof.sse della Secondaria “V. Galilei”: Dominique Boschiglio di Lingua Inglese e Irene Giannessi e Federica Severini di Lettere.

Concludendo, si può affermare che la giornata è stata un vero e proprio crescendo rossiniano che ha lasciato interesse e voglia di saperne di più sia sul genio musicale marchigiano sia su Vincenzo Galilei che, grazie alla settimana a lui dedicata dall’Istituto che porta il suo nome, ora può essere visto sotto una nuova luce.

Copertina del Libro presentato

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola". Personalizzazioni a cura di Emiliano de Gaetano.

Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons